ARC technology

Materiale dove serve, togliere dove non serve. Orientare le fibre di carbonio pensando al risultato che si vuole ottenere, pensando al cerchio e al tipo di ruota che si sta creando. 
Questo è il concetto che ha ispirato il reparto R&D di Fulcrum nello sviluppare ARC, la nuova tecnologia di posa dei fogli di carbonio sullo stampo che crea aree diverse in funzione delle sollecitazioni durante la corsa.

Durante lo studio del cerchio vengono analizzati i punti di stress e le direzioni delle forze in accelerazione e in frenata, e da qui di decide che tipo di carbonio e come sistemarlo nel progetto completo. 

Le zone critiche, quelle dove è necessario rinforzare, sono solitamente gli innesti dei raggi, mentre il resto del cerchio è stato scaricato il più possibile: la differenza di materiale tra le due zone arriva fino al 20%, funzionando come travature di rinforzo dei piloni dei ponti. 

Dove non ci sono le stesse esigenze, perché mantenere la stessa struttura? Meglio scegliere ciò che è più adatto per leggerezza o per direzione delle fibre.

Per la costruzione del cerchio abbiamo scelto il carbonio ad alto modulo T800, che garantisce la migliore rapporto tra peso e performance, oltre a permettere la complessa lavorazione direttamente nello stampo, senza ulteriori lavorazioni successive.

Il look fuori dagli schemi nasce quindi da un'esigenza tecnica, esalta il carattere della ruota e soprattutto  spinge ancora più in alto il livello di modulazione delle risposte della ruota durante la corsa: ogni cm2 è chiamato a svolgere il suo compito per creare la combinazione migliore.

road